uMan – Take Control!: Rossella Brescia e Mago Forest alla conduzione, si parte il 29 aprile

Saranno Rossella Brescia e Mago Forest a conduttore quello che è stato definito “la nuova frontiera del reality show”, uMan – Take control!, il format di Dorimedia prodotto in collaborazione con Endemol Italia.

Lo start è fissato per venerdì 29 aprile, in prima serata su Italia 1 e ora, a meno di un mese di distanza, siamo in grado di darvi qualche informazione in più.

Il programma, salvo modifiche dell’ultimo minuto, durerà 7 settimane e, come vi abbiamo anticipato in passato, sarà una specie di Tamagotchi umano, composto da otto concorrenti, tutti reduci da vari reality show andati in onda in casa Rai e Mediaset.

A decidere le loro sorti, ormai l’avrete capito, sarete voi telespettatori: gli otto, chiusi in un Laboratorio costruito nel teatro 19 di Cinecittà, potrannno essere seguiti per 16 ore su 24 (si escludono le 8 ore notturne) grazie ad un sito internet che verrà attivato qualche ore prima della diretta.

Si legge su TVblog:

La filosofia di uMan – Take control! sarà quella di ‘riassegnare la propria vita’ a questi concorrenti dopo mesi passati su un’isola, in una casa, in Honduras, a Cinecittà o nello Yucatan. I partecipanti saranno rinchiusi in uno spazio vuoto, il Laboratorio, che a sua volta sarà diviso in 8 celle, una per ogni concorrente. Per poter meglio riconoscere i protagonisti, ognuno sarà vestito con una tutina di colore diverso, senza nient’altro. Attraverso il televoto e i sondaggi web (con domande a risposta multipla con possibilità per lo spettatore di votare quella che preferisce) il pubblico potrà decidere cosa accadrà nel Laboratorio, facendo entrare attraverso un nastro trasportatore degli oggetti, delle persone che potranno interagire con i concorrenti, con lo scopo appunto di renderle sempre più “umani” e sempre meno ex reality-men or women. Ci sarà una gara e, come in un videogame, ogni partecipante a uMan – Take control! avrà a disposizione un numero di punti-vita che potrà guadagnare o perdere in base a quello che deciderà il pubblico.

Quanto agli otto concorrenti, la produzione ha deciso di mantenere stretto riserbo, facendo così accrescere ancor di più la curiosità dei telespettatori.

Sulla carta, va detto, questo nuovo esperimento sembra molto interessante. Riusciranno gli autori italiani a trasformarlo in una trashata tipica di Italia 1? Il rischio c’è. Staremo a vedere.

Condividi questa notizia

PinIt

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>