Vittori Sgarbi torna in prima serata con un programma tutto suo: al via il 27 aprile su RaiUno

E’ sicuramente uno dei personaggi più polemici che la tv italiana abbia mai visto: se c’è Vittorio Sgarbi – critico d’arte, politico e scrittore – la zuffa è quasi garantita.

Tra ospitate e comparsate lampo, Vittorio Sgarbi non ha mai lasciato la tv, ma l’ultimo programma da lui condotto risale ormai ad anni fa, con il polemico Sgarbi Quotidiani in onda su Canale 5 negli anni ’90.

Ora sta per tornare con un programma tutto suo dal titolo provvisorio “Al di qua del bene e del male“, in partenza il prossimo 27 aprile su RaiUno, presumibilmente in prime time.

Quel poco che si conosce sul programma è stato rivelato dallo stesso Sgarbi nel corso di un’intervista rilasciata a Daria Bignardi per il suo Le Invasioni Barbariche:

Parlerò di tante cose, di principi alti. La prima puntata sarà su Dio.

Cinque, al massimo sei, le puntate previste al momento, che si ispireranno al format di grande successo inventato da Fabio Fazio e Roberto Saviano: “Vieni Via Con Me“.

Si legge su Lettera43:

Anche il programma di Sgarbi ruoterà attorno a tre monologhi del conduttore-mattatore, intervallati da servizi, ospiti, interventi sull’argomento, uno per puntata. I temi, molto alti, saranno: Dio, la donna, il vero e il falso, la giustizia, la bellezza. La grande scommessa e il grande problema per Sgarbi però è un altro: riuscire a parlare di temi politicamente ‘delicati’ (come la giustizia, o la donna) in un periodo iper-controllato come quello della ‘fascia pre-elettorale’ che impedisce di parlare di politica in Rai nel mese precedente le elezioni amministrative (a maggio si vota).

Mistero, inoltre, sul volto femminile che affiancherà Sgarbi in questo esperimento: si è parlato di Veronica Pivetti o dell’attrice Margareth Madè, ma la conferma ufficiale non è ancora arrivata.

A questo punto non ci resta che attendere e scoprire se questo esperimento si rivelerà un successo come quello di Fazio e Saviano o un grosso flop. Voi che ne pensate?

Condividi questa notizia

PinIt

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>