Atelier Fontana: la nuova miniserie di RaiUno al via questa sera

Dopo aver vinto la serata di ieri con la prima puntata di Ballando Con Le Stelle 7 – 5.994.000 telespettatori e il 27,58% di share – RaiUno ci riprova anche questa sera col debutto di una fiction molto attesa: Atelier Fontata – Le Sorelle Della Moda.

Miniserie in due puntate interpretata da Anna Valle, Federica De Cola e Alessandra Mastronardi, chiamate a dare anima e corpo alle tre sorelle Fontana, Zoe, Giovanna e Micol, che hanno fatto la storia della moda in Italia.

Se il sogno più comune delle bambine, in ogni epoca, è quello di diventare una principessa, per tre giovani sorelle, nate in un piccolo paese della provincia di Parma nei primi anni del Novecento, era invece quello di realizzare abiti talmente belli e preziosi da esser degni di “vestire” una vera principessa.



Si legge nella presentazione ufficiale della fiction:

Un sogno, come tutti i sogni, difficile da realizzare, ma Micol, Zoe e Giovanna Fontana, sin da ragazzine ci hanno creduto talmente tanto che alla fine il destino, dopo tante difficoltà e dure prove, le ha volute premiare incoronandole “regine” indiscusse dell’alta moda. Le sorelle Fontana con il loro intuito, la loro creatività, il loro grande entusiasmo hanno dato il via ad un fenomeno, rimasto non solo legato al costume e all’eleganza, ma destinato ad avere una profonda influenza sulla storia della moda e della cultura contemporanea, oltre che sull’economia e l’immagine internazionale del nostro Paese.

Le due puntate, in onda oggi e domani, ripercorreranno l’intera storia delle tre sorelle, dalla loro infanzia al momento del loro successo. Ma lasciamo alla trama ufficiale il compito di raccontarvi la loro intensa storia.

PRIMA PUNTATA, in onda questa sera su RaiUno

Micol è una bambina, ma ha già un grande sogno: creare vestiti da favola per le principesse. Il volto e la voce della vera Micol Fontana ci portano oggi a scoprire questa storia…

Tutto ha inizio a Traversetolo, un paesino della provincia di Parma, a metà degli anni Trenta. Le tre sorelle Fontana, Zoe, Micol e Giovanna, lavorano come sarte nella bottega della madre Amabile. Zoe è la più grande, la madre ha piena fiducia in lei e nelle sue idee, la considera “quella con la testa sulle spalle”. Infatti Zoe sta per sposare Mario, un bravo ragazzo, mentre Micol è la ribelle, “quella con la testa tra le nuvole”, dalle idee strampalate e poco concrete. La ragazza, infatti, sogna di lasciare il paese e andare in una città come Parigi, dove vive Coco Chanel. Mentre Giovanna, la più piccola di casa, timida e riservata, ha un rapporto speciale con Micol, condivide i suoi sogni, ma le manca ancora il coraggio di rischiare.

Oltre alla moda, un altro amore sta per sconvolgere il cuore di Micol: quello per Enrico che, dal loro primo incontro in balera, con il suo fascino ed i suoi modi spregiudicati conquista la ragazza. Il rapporto con Enrico, che Micol comincia a frequentare di nascosto, diventa un ulteriore motivo di conflitto con Amabile. Micol si sente schiacciata dalle pressioni della madre e si sente ferita dalla sua decisione di lasciare nelle mani di Zoe, appena sposata, la bottega di famiglia.
La nostra protagonista condivide con Enrico il suo desiderio di fuggire dal paese, il suo sogno legato alla moda e lui le promette che la sposerà e la porterà via; fino a quando la ragazza si trova di fronte al padre di Enrico che la umilia: lei è solo la figlia di una sarta, non è degna di stare con suo figlio. Enrico assiste a questo scontro e non fa nulla per difendere Micol che, ferita, si confida con Giovanna: con Enrico è finita. Ora per lei è chiaro che è arrivato il momento di partire, di cambiare vita. Sarà il padre Giovanni, a trovare il coraggio di rischiare e di lasciare partire le figlie. Così Zoe con Mario, Micol e Giovanna partono per Roma.

La vita nella capitale all’inizio è molto dura. Zoe trova lavoro presso la sartoria di Zecca, mentre Giovanna decide di rimanere a lavorare in casa, dove si sente più al sicuro. Micol inizia a prestare servizio come lavorante nella sartoria di lusso di Mazzocchi che, ben presto, si rivelerà un uomo bieco. Mazzocchi cerca di approfittarsi della ragazza; Micol, sconvolta per l’accaduto, decide di rompere il silenzio e di scrivere ad Enrico che, inaspettatamente, la raggiunge a Roma e le chiede di sposarlo. Nonostante Amabile sia contro queste nozze, Micol ed Enrico si sposano, ma la loro felicità dura poco perché ben presto Enrico si rivela per quello che è: un uomo debole che continua a mentire e a tradire la propria moglie, rubando anche i risparmi che le tre sorelle hanno messo via per aprire un atelier tutto loro. Micol è costretta ad arrendersi all’evidenza e trova il coraggio di cacciarlo di casa, proprio quando ha scoperto di aspettare un bambino. Nel frattempo alla sartoria di Mazzocchi arriva per Micol l’occasione di dimostrare il suo talento: le viene affidato il compito di creare un abito per la Principessa Caetani. L’abito conquista la cliente che, scoperti gli inganni di Mazzocchi, abbandona il suo atelier e decide di aiutare le tre sorelle dal talento indiscutibile a mostrare a tutti il loro valore.

Così, mentre è scoppiata la guerra e Micol si trova da sola a crescere la sua bambina, Maria Paola, grazie all’aiuto della Principessa Caetani le tre sorelle si trasferiscono in un nuovo palazzetto, dove decidono di organizzare il loro primo defilé. Inaspettatamente, anche Giovanna conosce per caso il Lami, un ragazzo con il quale nasce un amore a prima vista. A causa della guerra, Micol è costretta a separarsi dalla bambina: a Traversetolo dai nonni starà più al sicuro che a Roma. Proprio alla vigilia della prima sfilata delle tre sorelle una telefonata sconvolge nuovamente l’esistenza di Micol: Enrico ha rapito Maria Paola, strappandola ai nonni materni. Così, mentre a Roma sfilano le creazioni delle Sorelle Fontana, Micol è in viaggio per Traversetolo dove, riabbracciati Giovanni ed Amabile, si mette alla ricerca della sua bambina.

SECONDA PUNTATA, in onda domani sera su RaiUno

Il defilé delle tre sorelle è un successo a cui Micol non ha potuto assistere: insieme a Giovanni sta cercando di riprendersi la sua bambina. Enrico, con la complicità dei suoi genitori, ha portato via Maria Paola ma Micol riesce a riabbracciare la sua bambina e a riportarla con sé a Roma. Anche Amabile e Giovanni decidono di trasferirsi a Roma e prendono una casa in periferia, a Prima Porta, in modo da stare vicino alle loro figlie. Ora ci troviamo in una nuova fase della vita delle nostre sorelle. Siamo nel 1949, la guerra è finita e sta per iniziare una stagione di fermenti e speranze. Un clima irripetibile che porterà la città eterna ai fasti della Dolce Vita e della Hollywood sul Tevere. Sul piano professionale le tre sorelle si trovano di fronte ad una nuova sfida per non rischiare la bancarotta. Devono trovare la forza di rinnovarsi, cercare una nuova clientela, altrimenti non riusciranno a sostenere le spese e a continuare a dar vita alle loro creazioni. Un incontro che sembrerebbe casuale cambierà le sorti delle Sorelle Fontana.
Micol e Maria Paola si trovano ad aiutare una ragazza americana che si è persa per i vicoli di Roma; non possono certo immaginare che si tratta di Linda Christian, la futura moglie di Tyrone Power. Linda dopo aver visto gli splendidi abiti delle Fontana decide che il suo abito da sposa deve portare la loro firma. Questa sarà la grande occasione per Micol, Zoe e Giovanna.

Roma, 1949: le sorelle Fontana realizzano l’abito di nozze di Linda Christian per il suo matrimonio con Tyron Power. Un evento da prima pagina, valanghe di fotografie riempiono i rotocalchi di tutto il mondo. Il mondo si accorge di loro, sarà questa circostanza ad aprire alle tre sorelle le porte del jet-set internazionale. Ognuna con le sue forze e debolezze, proprio come le eroine di Piccole donne, impareranno a confrontarsi con un mondo così diverso dal loro.

Le clienti aumentano rapidamente e in tante si fidano solo di Micol, vogliono soltanto lei! Così, spinta da Zoe, Micol si separa ancora una volta dalla sua bambina che passerà le ferie con Giovanna. Proprio in questo momento di massima realizzazione professionale, Micol vedrà morire sua figlia per una grave malattia, senza poter fare nulla. A tentare di salvare la vita alla bambina c’è Leonardo, un giovane medico che sarebbe diventato una presenza molto importante nella sua vita. Micol ha perso tutto, si sente sola, smarrita, nemmeno l’amore per le sue creazioni riesce a risollevarla. Per la nostra protagonista tutto sembra senza speranza: ha perso la persona che più amava al mondo, prova rancore nei confronti delle sorelle che l’hanno separata dalla figlia, non riesce a perdonarle e a ritornare a vivere. Micol accetta solo la compagnia di Enrico che si è riaffacciato nella sua vita, ma presto l’uomo mostra di essere solo interessato ad intromettersi negli affari della moglie per sfruttarne il successo. Con un gesto di forza Micol decide di allontanare per sempre dalla sua vita Enrico e di chiedere l’annullamento del matrimonio al tribunale ecclesiastico.

Dopo tutto questo dolore, si apre un nuovo capitolo nella vita di Micol: seguendo il consiglio del giovane medico, Leonardo, la donna accetta l’invito di Linda e parte per un viaggio negli Stati Uniti – un’esperienza che sarà per lei un momento di rinascita interiore e un nuovo punto di partenza professionale. Sarà lì che le dive americane entreranno in contatto con i capolavori delle tre sorelle e, proprio al ritorno da questo viaggio, Micol convincerà le sorelle ad accettare una nuova sfida: una sfilata in puro stile italiano, insieme alle altre grandi firme nazionali, promossa dal fiorentino Giorgini per i compratori americani. La sfilata da cui avrà inizio la moda italiana. La preparazione è un momento intenso per le tre sorelle, dovranno imparare a trovare uno stile unico che racchiuda le loro diverse personalità. Per Micol un nuovo impeto creativo nasce dal rapporto con Leonardo che, in modo discreto, le è stato sempre accanto e che alla fine riesce a rompere il riserbo di Micol e a dichiararle il suo amore. Con lui Micol sembra aver ritrovato fiducia nell’amore e nella vita.

Amabile, all’inizio, non accetta la nuova relazione della figlia, ma poi scrive una lettera al Papa che agevolerà la richiesta di annullamento delle nozze con Enrico. Questa lettera è l’ultimo regalo di Amabile a quella figlia con cui ha avuto sempre un rapporto tanto travagliato, ma insieme così intenso. Di lì a poco Amabile si ammala e lascia la sua famiglia che, ancora una volta, si stringe nella condivisione del dolore per un nuovo distacco e trova nell’unità la forza per superarlo. Ottenuto l’annullamento, Micol decide di sposare Leonardo.
Così, la voce della vera Micol Fontana ci accompagna tra le immagini finali di questa storia, ricordandoci quanto questa vita sia stata un continuo battito di cuore.

Condividi questa notizia

PinIt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *