Mauro Marin: “mentre facevo i provini per il GF stavo in manicomio”

E’ ancora Mauro Marin, vincitore del Grande Fratello 10, a far parlare di sè.

Della sua malattia aveva già accennato qualcosa la collega Sarah Nile, ma ora è lo stesso protagonista a rivelare di essere affetto da schizofrenia affettiva con disturbo bipolare.

Lo ha scritto nel suo libro intitolato “C’è una cosa che non vi ho detto“, di prossima uscita:

Ammetto che la camicia di forza non mi è mai piaciuta. Ricordo che quando mi legavano nel letto di contenzione, non sentivo più il sangue che circolava nelle vene.


Quando si è presentato ai provini per entrare nella casa del Grande Fratello, Marin era ancora in cura, domiciliato in una struttura ospedaliera:

Facevo i provini per il reality, ma ero domiciliato nella struttura. Il dottor Carlo Alberto Cavallo, psicologo del programma, sapeva tutto. Mi diceva che stavo bene e che ero pronto.

Quindi la redazione era al corrente di tutto, ma ha deciso di far partecipare Mauro al programma. Le critiche sono già partire, a cominciare da Aldo Grasso che, sul Corriere Della Sera, ha scritto:

Capisco che chi deve fare i casting scelga persone anormali per dar vita a certe dinamiche; ma trovo gravissima la vicenda. Sono stupito.

Di parere del tutto opposto è stata invece Alessandra Comazzi de La Stampa, che ha preso le difese della produzione:

Chi siamo noi per dire che ha sbagliato? Chi siamo noi per impedire a un ragazzo di godere di un’occasione?

Endemol, dal canto suo, ha diffuso una nota in cui precisa quanto segue:

Come tutti sanno, la produzione di GF sottopone tutti i concorrenti di Grande Fratello, prima di entrare nella Casa, a una serie di provini, visite mediche e incontri con psicologi, avvalendosi della consulenza di professionisti del settore. Tutto questo per valutare la loro idoneità a partecipare al programma. Solo se i ragazzi superano tutti questi controlli, hanno la possibilità di prendere parte al reality. Così è stato anche per Mauro Marin: il suo percorso, tra provini, visite e test, è stato uguale a quello di tutti gli altri concorrenti e, alla fine, come loro, è risultato idoneo.

Ha detto la sua anche lo psicologo del programma, Carlo Alberto Cavallo:

Mi è stato chiesto, come sempre da dieci anni, di giudicare se un concorrente può partecipare al gioco del Grande Fratello e alle sue pressioni. Ho detto di sì. Mauro è stato un gran concorrente, tanto abile e capace da vincere il Grande Fratello. L’edizione più lunga di sempre. Alla faccia del suo passato.

Va anche detto, però, che Mauro si è reso protagonista di alcuni episodi spiacevoli, che avevano spaventato gli altri concorrenti. Faceva tutto parte del gioco o la redazione aveva tutto sotto controllo?

In tutta questa vicenda c’è solo una certezza: che ci piaccia o meno, il libro “C’è una cosa che non vi ho detto” sarà un successo.

Condividi questa notizia

PinIt

2 thoughts on “Mauro Marin: “mentre facevo i provini per il GF stavo in manicomio”

  1. Pingback: GF 10 provini – 1° servizio TeleGnaro | Celeb Twitter Guide

  2. Pingback: Mauro Marin ribadisce a Bikini: “sono stato internato per abuso di droghe”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>