Lavazza contro Nespresso: il paradiso di Clooney contro quello di Bonolis-Laurenti

George Clooney si gusta un caffè Nespresso, esce dal locale e viene ucciso da un pianoforte caduto dall’alto. Arriva in Paradiso e discute con San Pietro sul fatto che non sia ancora arrivata la sua ora.

San Pietro lo guarda e nota che il bel George ha una busta contenente una macchinetta del caffè. “Forse possiamo arrivare ad un accordo” e ammicca alla busta.

Proprio la macchinetta? Ho una Porsche bellissima, nuova, decapottabile“. Ma San Pietro risponde che in Paradiso non si può guidare. A quel punto George prova a rifilare al santo la sua casa sul Lago di Como, ma anche quest’offerta viene rifiutata.

Alla fine, visto che San Pietro pare inamovibile, George accetta di malgrado e scambia la sua vita con la macchinetta del caffè Nespresso. Il Santo, interpretato da un sempre bravissimo John Malkovich, stringe al petto la busta e fa tornare George davanti alla caffetteria, dove per un pelo schiva il pianoforte.

Inutile dire che di fronte ad uno spot televisivo del genere, la Lavazza è andata su tutte le furie, visto che da anni il Paradiso è l’ambientazione dei suoi spot, quelli che hanno per protagonista la coppia Paolo Bonolis/Luca Laurenti.

L’Ad di Lavazza, Gaetano Mele, ha così commentato la questione:

Preferisco credere che si tratti di una sfortunata svista e confido che l’azienda svizzera ritiri il suo spot, ponendo fine a questa imbarazzante situazione. Se così non dovesse avvenire ci tuteleremo nelle sedi più opportune, ma spero non si debba arrivare a questo.

Ora, premesso che lo spot di Nespresso è dieci spanne sopra a tutti quelli realizzati dalla Lavazza, pensate davvero che sia possibile discutere sulla proprietà intellettuale del Paradiso? Staremo a vedere come andrà a finire…

Condividi questa notizia

PinIt

3 thoughts on “Lavazza contro Nespresso: il paradiso di Clooney contro quello di Bonolis-Laurenti

  1. Walt

    Ovviamente questi di Lavazza dimostrano tutta la loro inferiorità: sia perchè vorrebbero appropriarsi nientemeno che del paradiso (è già questo è un segnale della loro capacità intellettuale) sia perchè tra le 2 campagne non c’è gara. Nespresso moderno cool e convincente – Lavazza per consumatori del 3° mondo (come il brand, i testimonial, gli spot). Un consiglio? Cacciare Agenzia e testimonial e entrare nel XXI secolo.

    Rispondi
  2. Mauro

    Non capisco che cosa ci sia di “moderno e cool” nello spot di Nespresso. L’idea di portare un caffè a San Pietro l’hanno copiata da Lavazza e l’ambientazione è copiata da “il paradiso può attendere”. Sai che bravi. Del resto sulla correttezza di Nestlé è già stato scritto molto. Sarò anche un consumatore del 3° mondo, ma a me gli spot della Lavazza piacciono e mi fanno ridere. E se non altro sono originali

    Rispondi
  3. Marco

    Stai scherzando, la Lavazza sono oltre 10 anni che fanno la pubblicità con il Paradiso e Walt dice che è in inferiorità!! ma che italiano sei, che la Nestle si vergogni! e ritiri la pubblicità!! subito!!

    Rispondi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>