Grande Fratello 10: i primi patti, i primi dubbi e il primo bacio

Sono passati esattamente cinque giorni dallo start di questo Grande Fratello 10 e i primi 16 inquilini sembrano aver già stabilito alcuni rapporti, che loro definiscono saldi. Volano i primi “ti voglio bene“, le prime tenerezze, ma c’è già chi si è stancato e vuole andarsene.

GF_Logo

Sembra un po’ di stare allo zoo, affacciati sul bordo di una recinzione a guardare degli esseri viventi così diversi da noi commettere azioni che da un punto di vista esterno possono risultare incomprensibili. E’ davvero possibile in cinque giorni trovare degli amici? A giudicare dal comportamento di George Leonard, Giorgio Ronchini e Massimo Scattarella, pare di sì.

[poll=9]

I tre, qualche ora fa, hanno stretto un patto di amicizia, “il patto della vera amicizia“, come hanno detto loro stessi. In cosa consiste? Beh, semplice: non nominarsi mai. E visti gli elementi pare facile immaginare che questo ridicolo patto, quelle strette di mano virili dureranno molto poco.

Nel frattempo c’è anche chi si è già stancato di questa avventura, se così si può chiamare. Si tratta di Daniela e Sabina, che hanno manifestato l’interesse di lasciare la casa.

Non riescono a vivere bene questa esperienza. Daniela ha nostalgia del marito, Sabrina pensa al fidanzato e si sente in colpa perchè non sa cosa possa pensare di lei, avendolo lasciato senza avere neanche la possibilità di parlarsi. Daniela ha paura di dare un’impressione fuori dalla Casa diversa da quella che lei è in realtà.

Ma c’è anche chi ha deciso di divertirsi e di trovare l’anima gemella. I due protagonisti, ormai lo saprete, sono Marco e Carmen, che si sono già scambiati il primo bacio.

A quando il primo amplesso?

Condividi questa notizia

PinIt

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>