Il futuro della TV è il 3D? Al Ceatec credono di sì

Dopo il cinema in 3D, il prossimo passo è la TV in 3D. Sarà questo il futuro? A domandarselo ci hanno pensato le principali aziende produttrici di apparecchi televisivi, dalla Samsung alla Sony, passando per Panasonic, Sharp, Toshiba e Philips.

L’occasione per sfoggiare prototipi di televisori in 3D è stato il recente Ceatec, salone giapponese della tecnologia digitale e dell’elettronica di consumo, giunto ormai alle sue decima edizione.

TV3D

La Panasonic, in particolar modo, ha presentato un televisore 3D al plasma, con risoluzione Full HD da 50 pollici, un prodotto che potrebbe esser commercializzato entro la fine del 2010 in Giappone e Stati Uniti.

Va da sé che per godere di una visione in 3D saranno necessari degli appositi occhialini che, a detta dei vari produttori, saranno ben diversi da quelli utilizzati in questi mesi nei cinema di tutto il mondo.

Per mostrare al pubblico la qualità dei suoi prodotti, la Panasonic si è servita di alcuni spezzoni del film Avatar, l’attesissimo ritorno di James Cameron, che uscirà nelle sale a Natale. Il pubblico è rimasto sbalordito:

La luminosità resta elevata nonostante la riduzione che si nota usando gli occhiali con otturatore digitale che in pratica ingannano gli occhi umani e ricreano l’illusione del 3D. Inoltre i tecnici giapponesi, oltre ad aver migliorata la sincronizzazione tra schermo al plasma e occhialini hanno sviluppato una tecnica che riduce lo sfuocamento, quello che viene in gergo chiamato “effetto ghosting”, generato dall’alter delle immagini per l’occhio destro e per quello sinistro.

TV3D_2

Non è da meno neanche la Sony, che ha spiegato di una futura integrazione con la console per videogame PlayStation3. Stesso discorso va fatto per la Pixar, la DreamWorks e altre major, che punteranno non solo sul 3D cinematografico, ma anche su quello televisivo.

Voi che dite, è davvero questo il futuro? Nei prossimi anni ci ritroveremo a veder ballonzolare le tette di Barbara D’Urso & Co. fuori dai nostri schermi televisivi?

[via Il Sole 24 Ore]

Condividi questa notizia

PinIt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *