Anticipiamo alle 21 a prima serata TV: la crociata di Alfonso Signorini si espande

Anticipiamo alle 21 a prima serata TV” è questo il nome della campagna lanciata da Alfonso Signorini sulle pagine di Tv Sorrisi e Canzoni, di cui è direttore, e che sta riscuotendo un grande successo, sia da parte del pubblico, sia da parte di chi la tv la fa.

Alfonso-Signorini

Mi ricordo che da piccoli noi bambini si andava a letto tutti dopo Carosello […] Erano i tempi in cui la prima serata incominciava, puntuale come il Big Ben, alle 20.40. […] Eccezion fatta per le dirette di calcio (in quel caso si inizia alle 20.30 con il fischio dell’arbitro) si parte intorno alle 21.12. In certi casi si arriva a superare perfino le 21.30. Questo significa che spesso per vedere il proprio programma o il proprio film preferito chi è a casa non può andare a letto prima delle 23.30 (quando va bene). Facile sulla carta, complicato nella vita, soprattutto quando il mattino c’è il treno da prendere alle 6 o esci di casa alle 7 per evitare la coda in tangenziale.

Era partito così, come un semplice editoriale, ma la mole di sms ed email giunte in redazione ha trasformato Alfonso Signorini in una sorta di paladino televisivo, con oltre 7.000 adesioni che potrebbero davvero servire a ristabilire un po’ di ordine in quella che ormai è diventata la tv italiana.

Attori e presentatori si sono uniti al coro ed hanno firmato la petizione, così come migliaia di italiani stanno facendo in questi giorni. Ma come fare per inviare la propria adesione? Ci sono diversi modi.

1. Potete collegarvi al sito www.sorrisi.com, registrarvi con il vostro nome e cognome nell’area dedicata;

2. Mandare un SMS al numero 335.1877983 segnalando il vostro nome e cognome*;

3. Scrivendo a:
Tv Sorrisi e Canzoni
«Anticipiamo la prima serata tv alle 21.00»
Via Mondadori 1,
20090 Segrate (Milano)

In alternativa, e solo per questo weekend, potete recarvi nei Mondadori Multicenter di Milano, Roma e Mercianise (Caserta) dalle 10.30 alle 20.30.

Tra i personaggi noti hanno già aderito Pippo Baudo, Gabriel Garko, Claudio Amendola, Paolo Kessisoglu, Davide Mengacci, Toni Capuozzo, Alessio Vinci, Paolo Bonolis, Terence Hill, Renzo Arbore, Gianni Boncompagni, Fabrizio Frizzi, Piero Chiambretti, Rita Dalla Chiesa, Massimo Giletti, Francesco Facchinetti e Milly Carlucci. Che aspettate a farlo anche voi?

*Il costo dell’invio dell’sms corrisponde al normale costo previsto dal contratto di utenza sottoscritto dal consumatore con il proprio operatore di telefonia, senza maggiorazione.

Condividi questa notizia

PinIt

7 thoughts on “Anticipiamo alle 21 a prima serata TV: la crociata di Alfonso Signorini si espande

  1. Morochita

    Ripensiamo le nostre sclete17/01/2011ARTICOLO Birol: “Ma non rinunciamo al nucleare ora e8 sicuro e il pif9 economico di tutti”La Repubblica – Affari Finanza – PATRIZIA FELETIG L’INTERVISTALa cura per il pianeta e8 una radicale trasformazione del settore elettrico nel prossimo quarto di secolo. c8 il messaggio che lancia Fatih Birol, capo economista dell’Agenzia Internazionale per l’Energia, di fronte all’impegno di riduzione del 20% della CO2 al 2020 sottoscritto a Copenhagen. abAbbiamo elaborato tre scenari: Current Policies non prevede cambiamenti rispetto alle attuali politiche energetiche. New Policies prevede invece la graduale attuazione degli impegni annunciati per ridurre i gas serra. E lo Scenario 450 , per i climatologi imprescindibile, che manterre0 la concentrazione atmosferica di CO2 sotto le 450 parti per milione, condizione per calmierare l’aumento della temperatura. Indispensabile e8 la decarbonizzazione del settore elettrico che produce il 40% delle emissioni di anidride carbonicabb. Qual e8 la ricetta? ab Efficienza, rinnovabili, nucleare. Dopo il 2020 carbone pulito. Sul gas, anche se e8 il meno inquinante tra i fossili, non punterei perche9 rischia di drenare risorse da altri progetti di energie pulite com’e8 accaduto negli Usa. Il vantaggio del gas non e8 destinato a durare per le fluttuazioni di prezzo e l’introduzione di una tassa sulla C02. c8 come sottoscrivere un mutuo a tasso variabilebb. Nello Scenario 450, secondo lei il migliore, il nucleare diventa la prima fonte al mondo per la generazione elettrica. Perche9 tanta certezza? abIl nucleare non riceve sussidi finanziari perche9 in linea di massima e8 gie0 competitivo. Dipende dalle regioni e dai livelli di prezzo delle altre fonti per la generazione elettrica. Nella maggioranza dei casi la competitivite0 del nucleare aumenta negli anni. Da sempre tutte le fonti energetiche hanno in determinati periodi ricevuto incentivi: le rinnovabili, alle quali comunque e8 sensato rivolgersi, ne avranno bisogno per 100 miliardi l’anno per i prossimi 25 anni. Se i programmi di decarbonizazione del settore elettrico fossero pif9 stringenti, e i segnali di prezzo conseguenti a queste decisioni, il nucleare registrerebbe un aumento di capacite0 in Europa. Nello Scenario 450 la quota del nucleare nel mix di generazione complessiva dell’Ue aumenta fino al 33% del totale al 2035bb. La Cina, gie0 in pole position nell’eolico e solare, potrebbe essere all’avanguardia anche nel nucleare? abLa Cina ha come obiettivo raggiungere una capacite0 installata nel 2020 di circa 70 GW, superiore a quella odierna di una nazione tradizionalmente nucleare come la Francia. La tumultuosa crescita economica comportere0 un’altrettanto forte domanda di energia che la Cina intende soddisfare con il massiccio ricorso a tecnologie low-carbon . Oltre al nucleare, installere0 330 GW di eolico e 100GW di solare. Sono previste 8.5 milioni di macchine elettriche al 2035. La Cina ricoprire0 un ruolo chiave nello sviluppo di tecnologie energetiche pulite con potenziale beneficio anche per gli altri paesibb.Foto: Faith Birol, capo economista dell’Aie

    Rispondi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>