La Tribù: la vicenda continua tra diffide, accuse, mezze verità e nuovi amori

La cancellazione de La Tribù – Missione India, il realty show di Canale 5 che sarebbe dovuto partire qualche settimana fa, si è trascinata dietro una serie di questioni che vanno dalle vicende legali dei partecipanti, alle accuse mosse da Mediaset alla Triangle, dalle diffide di avvocati a vere e proprio dichiarazioni di “guerra”.

La Tribu

Se Mediaset sta cercando di farla pagare al presunto colpevole, la società Triangle, appunto, il fondatore di quest’ultima, Silvio Testi, sembra caduto dalle nuvole:

Non riesco a spiegarmi in nessun modo neanche io la cancellazione de La Tribù-missione India. Eravamo pronti alla messa in onda del programma per il 23 settembre, come da accordi col Biscione. Poi lo stop, che ho appreso dal comunicato stampa. Neanche una telefonata di spiegazione, nonostante le settimane di lavoro e le difficoltà. Il programma, che prevedeva la permanenza di 12 concorrenti in un villaggio indigeno vicino a Goa per due mesi, ci è stato commissionato a fine giugno. Un termine già molto difficile da rispettare, ma non abbiamo voluto dire di no: con Mediaset e Paola Perego avevamo già lavorato, producendo La Talpa che era stato campione di ascolti della scorsa stagione.


Della questione si è occupato il settimane Gente, in edicola oggi, che oltre a riportare le dichiarazioni di Silvio Testi, si è preoccupato di verificare i due problemi principali che erano stati comunicati alla stampa: i visti per i concorrenti e il ponte satellitare per i collegamenti in diretta.

L’ambasciata indiana a Roma ha ben spiegato che se si vuole realizzare un prodotto televisivo serve un apposito visto giornalistico, un JV, che viene concesso dal Ministero dell’Informazione di New Delhi. E a quanto pare quei visti erano stati rilasciati, almeno stando alle dichiarazioni di Testi.

A tal proposito Elenoire Casalegno, uno dei concorrenti e forse prossima a partecipare all’Isola Dei Famosi 7, ha così spiegato la vicenda, non menzionando affatto i visti:

A noi partecipanti hanno spiegato il rinvio dicendo che c’erano problemi con i collegamenti satellitari dall’India all’Italia. Siamo stati fermati la mattina stessa della partenza, quando con la valigia in mano stavamo andando in aeroporto.

PaolaPerego2

Silvio Testi continua a ribadire che i collegamenti erano a posto e che quindi deve esserci qualcos’altro sotto. I diretti interessati, invece, preferiscono evitare di parlare della questione. Lucio Presta, agente e compagno della conduttrice Paola Perego:

È una faccenda delicata. Meglio non dire niente finché la situazione non si sarà chiarita.

Stessa tecnica utilizzata da Lele Mora, agente di Matteo Cambi:

È una situazione molto complessa, preferiamo non fare dichiarazioni. Chiaro che è un bel danno per tutti.

E la guerra legale è ormai dietro l’angolo. Mediaset accusa la Triangle di averli “creato un danno enorme, ci riserviamo ogni iniziativa giudiziaria“, mentre Testi fa sapere che si tratta di “accuse immeritate, non hanno versato l’anticipo come previsto, sono insolventi nei confronti della Triangle“.

A questo bisogna aggiungere la possibilità che alcuni dei concorrenti, che avevano firmato un contratto e cancellato qualunque altro tipo di impegno, possano ricorrere al Tribunale. Ma c’è anche chi in tutto questo ha trovato l’amore, o almeno così pare. Stiamo parlando di Elenoire Casalegno e Matteo Cambi, paparazzati in atteggiamenti inequivocabili all’uscita della discoteca milanese Armani Privè.

A confermarlo è stato lo stesso Cambi che alle pagine di Chi ha dichiarato:

Sono pazzo di lei. Conosco Elenoire da cinque anni ma lei era l’unica donna che mi ha sempre voltato le spalle. Ai tempi del successo di Guru, io la invitavo ai party e alle cene per lanciare la mia immagine e quella dell’azienda. Puntualmente, mi rifilava un due di picche.

E anche Nina Moric, altra concorrente del reality, non è stata con le mani in mano: la nota showgirl è stata fotografata da Novella 2000 mentre bacia Tommaso Marazza, uno degli autori del reality e anche “Il più bello d’Italia” nel 1997.

Condividi questa notizia

PinIt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *