Mediaset annulla definitivamente la messa in onda de La Tribù e annuncia iniziative giudiziarie

Era nell’aria da qualche giorno. Noi l’avevamo insinuato dopo l’ennesimo slittamento, ora è certo: La Tribù – Missione India, il tanto discusso reality show di Canale 5 non vedrà mai la luce.

La Tribu

A confermare il nostro sospetto è stato un comunicato stampa rilasciato qualche ora fa da Mediaset:

Essendo stato superato ogni limite ragionevole di ritardo, Mediaset ha comunicato ufficialmente al produttore indipendente Triangle Production, incaricato della realizzazione di “La Tribù – Missione India”, di essere costretta a rinunciare al programma e quindi a cancellarlo dal palinsesto di Canale 5.

Scadeva ieri infatti il termine ultimo entro il quale la produzione avrebbe dovuto mettere Mediaset in condizione di mandare in onda la trasmissione. Ma questo non è avvenuto, rendendo così oggettivamente impossibile, dopo diverse settimane di ritardo, l’inserimento di un programma di prima serata all’interno di un palinsesto già pianificato.

Mediaset è solidale con Paola Perego e la ringrazia per la professionalità con cui ha partecipato alla preparazione del programma. Ed esprime gratitudine sia a coloro che avevano accettato con entusiasmo di partecipare alla Tribù in veste di protagonisti, dall’inviato ai concorrenti, sia al proprio personale, inutilmente già sul posto da un mese, che ora sarà fatto rientrare in Italia.
Alla luce del grave danno subito, Mediaset si riserva ogni iniziativa giudiziaria a tutela dei propri diritti.


Prima i ritardi nella composizione del cast, poi i visti mancanti per una parte del gruppo e infine le restrizioni del governo indiano per la trasmissione satellitare.

PaolaPerego2

Mentre parte del cast e della troupe sono ancora bloccati a Roma, negli uffici della Triangle, quelli che erano riusciti ad approdare in India si apprestano a tornare. La colpa, almeno in parte, secondo Mediaset, è da attribuire alla stessa Triangle, la società di produzione che fa capo a Silvio Testi, che si sarebbe dovuta occupare di tutto.

Quest’ultima fa notare, invece, che la responsabilità è da attribuire a “cause di forza maggiore“, ma le cifre parlano chiaro: Mediaset ha giò speso tre milioni di euro per questo reality, senza considerare gli spazi pubblicitari già venduti. Un bel danno per l’azienda che, certamente, non se ne starà con le mani in mano.

[via Digital-Sat]

Condividi questa notizia

PinIt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *