Torna Franca Leosini con il suo Storie Maledette: questa sera il caso di Mary Patrizio

L’agguerrita Franca Leosini sta per tornare. E non è una minaccia. Il suo Storie Maledette compie dieci anni e torna su RaiTre a partire da questa sera, ore 23.30, con nuove interviste e nuovi casi. Oggi è la volta di Mary Patrizio, la giovane mamma che nel 2005 ha annegato il suo bambino, colta da un raptus di follia.

La giovane, che al momento del delitto si trovava nella sua abitazione a Casatenovo, piccolo paese della Brianza lecchese, ed era intenta a fare il bagnetto al suo bambino, Mirko, di appena cinque mesi, mise in scena una finta aggressione pur di nascondere l’infanticidio.

Franca Leosini

Il titolo della puntata di oggi è Nel Cuore Spezzato di Mary Patrizio e c’è da scommettere che la Leosini non si risparmierà, come al solito, nel tirar fuori la verità e sottolineare i particolari più scabrosi della vicenda.

Una bella ragazza, Mary Patrizio, alla prima maternità e con molte ambizioni nel mondo dello spettacolo: poi forse una depressione post partum, forse la solitudine. Sara’ lei condannata ora a 14 anni di reclusione, rea confessa del delitto, a riunire il prima (la gioia della nascita del figlio) al dopo (l’arresto e il carcere duro). Le sue paure, i suoi ricordi, i momenti della fine del suo piccolo: Mary Patrizio ci conduce nei misteri della mente umana. Un’intervista asciutta nello stile che Franca Leosini ha introdotto con “Storie Maledette” nel palinsesto di Raitre.

Non ci resta che rinnovarvi l’invito a seguire questa interessante trasmissione: questa sera alle 23.30 su Rai Tre. Bentornata Franca!

Condividi questa notizia

PinIt

Un pensiero su “Torna Franca Leosini con il suo Storie Maledette: questa sera il caso di Mary Patrizio

  1. alessandro c.

    avreste gentilmente un indirizzo postale dove potervi far recapitare posta riguardante il programma storie maledette grazie attendo presto un vostro riscontro.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *