Reality killer a Bangkok: concorrente muore affogato mentre cerca di superare una prova di resistenza

In passato si è discusso molto sulle assurde prove a cui sono sottoposti i partecipanti dei diversi reality show di tutto il mondo.

In Italia ne abbiamo viste di tutti i colori: da mangiare topi a bere sangue di maiale, prove con animali pericolosi e via dicendo. Fortunatamente è sempre andato tutto bene.

Saad Khan

La stessa cosa non si può dire del 32enne pachistano Saad Khan, morto durante le riprese di un reality show in Thailandia.

L’uomo, stando a quanto rivelano i principali quotidiani del mondo, stava cercando di superare una prova di resistenza: doveva attraversa un laghetto a nuoto, trasportando sulle spalle un peso di 7 chili.

Non ce l’ha fatta. Di punto in bianco è scomparso sotto le acque: a nulla è valso il repentino intervento dei sommozzatori, Khan è morto affogato in pochi minuti.

La Unilever, che produce il programma, ha fatto sapere che collaborerà con le indagini delle autorità e nel frattempo si è offerta di provvedere economicamente ai familiari della vittima, che aveva una moglie e ben quattro figli.

Inutile dire che la produzione del programma è stata sospesa.

[via The Associated Press]

Condividi questa notizia

PinIt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *