Piccoli Amici Crescono: Marianna Scarci potrebbe sbarcare negli Stati Uniti

Eccoci ancora una volta con la rubrica Piccoli Amici Crescono, dedicata agli ex Amici di Maria De Filippi e al loro futuro dopo la conclusione della trasmissione. Oggi tocca a Marianna Scarci, arrivata seconda nella prima edizione del talent show, quando si chiamava ancora Saranno Famosi.

MariannaScarci02

La Scarci, intervistata da TgCom, ha prima spiegato cosa ha fatto in questi anni:

Ho lavorato per ben quattro anni a “Buona Domenica” nel corpo di ballo, poi è stata la volta di “Stasera mi butto” con Biagio Izzo. E tanto teatro con i musical “Lungomare”, “Dirty Times For Dancing”, “Hairspray – Grasso è bello” con Masciarelli e “Lady Oscar”.


Ed ha poi parlato dei suoi progetti per il futuro:

Voglio lavorare all’estero. Ho avuto una bella proposta in America e sto valutando seriamente. Anche perché se mi dovessi trasferire a Miami dovrei lasciare i miei affetti per sei mesi. Ma se le cose vanno bene possono anche rinnovarmi il contratto. Per ora non posso dire nulla di più.

Nel corso della breve intervista è emerso anche un particolare che in molti avevano ignorato: la giovane Marianna, nel 2003, ha addirittura inciso un imbarazzante singolo per la Sugar, dal titolo Cioccolato, che conteneva aberrazioni come “la tua vita è un gelato che non hai ancora leccato“, roba da vergognarsene per il resto della vita.

Ma lei non sembra preoccuparsene:

Non ho ben capito cosa è successo in quel periodo. Ho cantato il brano, ne è stato fatto un singolo ma nessuna promozione. Nessuno ha avuto la possibilità di ascoltarlo… Diciamo che oggi canto molto meglio di allora. Ho studiato canto in questi anni e quando faccio le serate in giro canto e ballo contemporaneamente.

MariannaScarci

[via TgCom]

Condividi questa notizia

PinIt

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>