L’Italia Ha Talento: Gerry Scotti alla conduzione, Maria De Filippi produce con la sua Fascino

Se ne è parlato come di un programma certo per la prossima stagione televisiva ma, ad oggi, L’Italia Ha Talento è ancora in fase di sviluppo.

Questo nuovo talent show, versione italiana del format creato da Simon Cowell nel 2007, Britain’s Got Talent ed esportato poi in America (America’s Got Talent) e in Australia (Australia’s Got Talent), dovrebbe esser condotto da Gerry Scotti e potrebbe andare a sostituire la storica Corrida, almeno per una stagione.

American's Got Talent2

La produzione del programma è stata affidata alla Fascino di Maria De Filippi, ma la conduttrice, almeno secondo quanto affermato dalla società, non sarà coinvolta.

Sia il format che soprattutto il conduttore, Gerry Scotti, non necessitano in nessun modo del coinvolgimento ne autorale ne artistico di Maria De Filippi, che sarà impegnata e direttamente coinvolta solo sulle produzioni da lei condotte.


American's Got Talent

L’Italia Ha Talento, stando alla sua conformazione attuale, dovrebbe essere una sorta di mix tra la Corrida e il talent show Amici: chiunque, purché dotato, può presentare la propria specialità, che può essere canora, danzante, comica e quant’altro.

Il format originale, e non è chiaro se questa caratteristica verrà mantenuta, vede anche la presenza di tre giudici in stile X-Factor, ma sarà comunque il pubblico da casa che deciderà che si porterà a casa il montepremi finale.

Gerry Scotti

Se tutto va come deve, L’Italia Ha Talento – ricordiamo che il titolo è ancora provvisorio – potrebbe approdare su Canale 5 già a partire dal gennaio 2010.

Ecco qualche video dei migliori talenti emersi nelle edizioni americane ed inglesi:

Condividi questa notizia

PinIt

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>