Livio Beshir e la presunta raccomandazione: Max Cordeddu torna all’attacco

Ci siamo già occupati di Livio Beshir, il primo “signorino Buonasera” della tv italiana, che ha preso servizio qualche giorno fa su RaiDue. Se ben ricordate a sollevare la polemica era stato il 32enne sardo Max Cordeddu, che vedendosi rifiutata la possibilità di ricoprire quel ruolo, aveva smosso mari e monti.

Alla fine la svolta c’è stata, ma quel posto è stato ricoperto da un’altra persone, Livio Beshir. Ma come mai? Perchè se Cordeddu si era tanto battuto per quel ruolo, RaiDue ha deciso di affidarlo ad un’altra persone?

LivioBeshir

La risposta ci è stata data dallo stesso Beshir che, sulle pagine di Grazia,  ha candidamente ammesso di aver avuto una spintarella.

La mia fortuna è stata una persona della giuria che ora lavora a Rai Due e si è ricordata di me.


Le dichiarazioni del giovane non sono certo passate inosservate e l’agguerrito Cordeddu è tornato, giustamente, all’attacco:

Sono esterrefatto dalle dichiarazioni di Beshir: la mia esclusione non è quindi una questione di curriculum, ma bensì di raccomandazioni all’interno del servizio pubblico televisivo. Non ho mai pensato di essere il migliore annunciatore in assoluto, esistono certamente persone più preparate e con maggiori titoli di me, ma sapere di essere stato scippato del ruolo a cui ho tanto ambito e combattuto a causa di una mancata raccomandazione, mi spinge a continuare la battaglia per le pari opportunità, stavolta di accesso al lavoro e trasparenza nelle selezioni indetti dalla concessionaria pubblica radiotelevisiva, rivolgendomi nuovamente al Tar del Lazio. Interesserò della questione, con apposita istanza, anche il Ministro delle pari opportunità Mara Carfagna e la Commissione Parlamentare di Vigilanza Rai, chiederò di verificare se siano state rispettate tutte le leggi riguardo alla selezione per quel ruolo. Questa nuova battaglia non riguarda solo me, ma tutti i giovani italiani che hanno talento e titoli per lavorare in Rai, sia come annunciatori che in altri ruoli diversi da questo, ma a cui manca, purtroppo, la famosa raccomandazione.

Credete che questa polemica potrebbe avere un seguito o verrà messo tutto a tacere? Siete d’accordo con quanto affermato da Cordeddu?

Condividi questa notizia

PinIt

Un pensiero su “Livio Beshir e la presunta raccomandazione: Max Cordeddu torna all’attacco

  1. Anne

    no. Perché Beshir parla della giuria di Nuovi Talenti rai, sito di casting al quale si è sottoposto insieme a tanti altri e per passare le selezioni serve il parere di diversi giurati. Quindi è stata una scelta trasparente!

    Rispondi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>