“La tv che d’estate si ferma è una vergogna soltanto italiana”: parola di Pupo

Negli ultimi giorni vi abbiamo parlato dei palinsesti per la prossima stagione televisiva che inizierà, come di consueto, in autunno. Tanti programmi, tante fiction e tante novità.

Ma che succede invece durante l’estate televisiva italiana? Repliche è la parola che sentiamo nominare più spesso. Repliche di fiction già andate in onda, repliche di varietà e quant’altro, in un periodo in cui di novità ce ne sono ben poche.

Pupo

A lamentarsi di questa situazione è stato Pupo, cantante ora divenuto conduttore televisivo, che tornerà a condurre la terza edizione di Reazione A Catena, in onda su Raiuno dal 29 giugno al 5 settembre, dalle 18.50 alle 20.00.

La tv che d’estate si ferma per quattro mesi, da metà maggio a metà settembre, è una vergogna soltanto italiana. Una vera indecenza. Penso che neppure i Paesi africani siano ridotti così. Non si fa così. In un’Italia alle prese con la crisi, con tanti anziani, malati, gente che d’estate deve stare per forza a casa, non si può fare finta di niente. Vale per la Rai come per gli altri. Penso a mia madre, a chi ha davvero bisogno di compagnia. Dovrebbero effettuare un serio intervento legislativo. È una vergogna inaudita: si vedono solo un campionario di film replicati per la 1.800ª volta e spezzoni di vecchi show. Succede solo in tv, il resto del paese non si ferma.


E ancora,

Visto che Endemol, Ballandi, Magnolia e compagnia bella lavorano per il resto dell’anno, anche perché spesso gestiscono risorse artistiche fondamentali, in Rai d’estate dovrebbero approfittarne per far lavorare gli interni, che non di rado sono lasciati a far nulla. La Rai dovrebbe imparare a distinguere fra gli appalti indispensabili e quelli che non lo sono.

Voi che ne pensate? Siete d’accordo con la breve analisi fatta da Pupo o siete di quelli che d’estate non accendono mai il televisore? O fate parte di un terzo gruppo, quelli che guardano con piacere anche le repliche?

Di seguito un breve video tratto da Reazione A Catena, tanto per farvi capire di cosa si tratta.

[via AffariItaliani]

Condividi questa notizia

PinIt

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>